Pianeta terra dorota bednarek

L'atmosfera, cioè l'involucro del gas che circonda il pianeta Terra, può essere attraente per non esplosivo o esplosivo. Non esplosivo, è considerato in una posizione in cui non si formano agenti esplosivi, che garantisce l'uso di tutti i prodotti standard.

E esplosivo, quando ci sono elementi nella prospettiva del gas o della polvere, che probabilmente possono essere considerati esplosivi. Un'atmosfera esplosiva viene selezionata e definita zona esplosiva.La determinazione delle zone a rischio di esplosione si basa sulla classificazione sulla piattaforma di probabilità e sul tempo di occorrenza di un'atmosfera esplosiva. Quindi possiamo parlare di gas infiammabili, nebbie e coppie infiammabili o di liquidi infiammabili.

Pile di gas, nebbie e vapori di liquidi infiammabili sono ammissibili per tre zone:- zona 0 - è definita dal fatto che è uno spazio in cui si desidera sempre per lunghi periodi un'atmosfera esplosiva contenente sostanze infiammabili sotto forma di gas, nebbie e vapori,- zona 1 - in cui si verificano queste basi infiammabili ma a volte, nel corso del corretto funzionamento,- zona 2 - in cui l'atmosfera esplosiva non si verifica durante il corretto funzionamento e, quando si verifica, si difende per un breve periodo.

Al contrario, i liquidi infiammabili isolano tali superfici come:- zona 20 - in cui l'atmosfera esplosiva sotto forma di una nube di polvere combustibile si verifica in modo permanente o per lunghi periodi,- zona 21 - in cui a volte può verificarsi una nube di polvere infiammabile nel corso del normale funzionamento,- zona 22 - in cui la nuvola di falena infiammabile non regge nel corso del normale funzionamento e, se si verifica, dura solo per un breve periodo.

L'insorgenza di zone a rischio di esplosione richiede l'osservanza speciale dei principi di fiducia e igiene del lavoro.